Torna alla HOME PAGE
Scrivici
[ Telegrammi ]

"Preambolo" di "Democratici Solidali Liberali" in italiano 
"Preface" of "Democratici Solidali Liberali" in english

 
Menu
Home
Cerca
Tutte le News
FORUM
DSL nel tuo Comune
Sedi territoriali
Dichiarazioni del Presidente
Sostieni i DSL
Contattaci
Articolo 21 - Notizie
Articolo 21 intervista
Francesco Paola
Accessi al sito da dicembre 04

 
 
 
Due situazioni a confronto. PDF Stampa E-mail
marted́ 04 aprile 2006

dslessereapparireBuenos Aires, Argentina.


BUENOS AIRES - A pochi giorni dal trentesimo anniversario del colpo di stato militare in Argentina, il capo dell'esercito, generale Roberto Bendini, ha rinnegato il golpe e ha espresso dure critiche al modello economico imposto dalla dittatura. Nel corso di una cerimonia ufficiale, Bendini ha detto: ''il 24 marzo del 1976, insieme all'instaurazione di un terribile apparato repressivo, comincio' a imporsi in Argentina una politica economica di distruzione del patrimonio nazionale, di indebitamento esterno, di distruzione dell'apparato produttivo a beneficio della speculazione finanziaria, della perdita dei diritti sociali e politici e della disarticolazione dello Stato''. (Agr)


Confindustria, Italia.


Per uscire dalla crisi economica serve uno sforzo collettivo e anche gli schieramenti politici dovrebbero condividere gli obiettivi prioritari da raggiungere. E' l'appello lanciato dal vicepresidente di Confindustria Andrea Pininfarina nel suo intervento al convegno biennale del Centro studi (Csc) incentrato sulla "concorrenza" come "bene pubblico".  (segue)

"Non si e' mai vista una comunita' che esce dalla sua crisi, e nel caso dell'Italia si tratta ormai di una lunga e grave crisi - ha affermato - solo grazie allo sforzo di pochi, all'impegno individuale di alcuni protagonisti e di alcune minoranze. Siamo di fronte alla necessita' di uno sforzo collettivo". Secondo Pininfarina, "ci vuole una tensione generale, che accomuni l'intero paese. Sappiamo benissimo che cio' raramente avviene in campo politico - ha evidenziato - siamo convinti che e' bene che sia rispettato il libero gioco dell'alternanza di governo ma su alcune questioni cruciali per le sorti della nazione servirebbe una condivisione dei traguardi da raggiungere". E per costruire il consenso sull'obiettivo generale di rilancio del paese bisogna cercare di combinare la meritocrazia con l'uguaglianza. E per tornare a correre l'Italia ha bisogno di piu' concorrenza. "Puntiamo sul mercato e la concorrenza - ha evidenziato il vicepresidente di Confindustria - anche perche' ci sembra di vedere intorno a noi il rischio non solo di una societa' invecchiata ma anche di una societa' fatta di caste. Vediamo una perdita di mobilita' sociale, che impedisce di promuovere i piu' bravi, quelli che lo meritano davvero".

 
< Prec.   Pros. >

Democratici Solidali Liberali
Via del Babuino 48, 00187 ROMA
Segr. Tel e Fax 178 226 8571
spacer
(C) 2019 Democratici Solidali e Liberali
Joomla! è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL.

Torna alla Home Page Chi Siamo Torna alla Home Page Statuto Preambolo allo Statuto Aderisci ai Democratici Solidali Liberali Aree di Progetto Forum di discussione Aree Territoriali