Torna alla HOME PAGE
Scrivici
[ Telegrammi ]

"Preambolo" di "Democratici Solidali Liberali" in italiano 
"Preface" of "Democratici Solidali Liberali" in english

 
Menu
Home
Cerca
Tutte le News
FORUM
DSL nel tuo Comune
Sedi territoriali
Dichiarazioni del Presidente
Sostieni i DSL
Contattaci
Articolo 21 - Notizie
Articolo 21 intervista
Francesco Paola
Accessi al sito da dicembre 04

 
 
 
Appello per la democrazia! PDF Stampa E-mail
sabato 18 febbraio 2012

CHI NON RENDE TRASPARENTI I PROPRI BILANCI

NON PUO’ DECIDERE SUI BILANCI DEI CITTADINI!

                        FRANCESCO PAOLA                 ELIO VELTRI

I SOLDI DEI PARTITI.

Marsilio, Venezia, 2012     

APPELLO PER LA DEMOCRAZIA!

AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

E AL CONSIGLIO D’EUROPA.

E, PER CONOSCENZA,

AI SEGRETARI DEI PARTITI POLITICI ITALIANI

CHI NON RENDE TRASPARENTI I PROPRI BILANCI

NON PUO’ DECIDERE SUI BILANCI DEI CITTADINI !

La malversazione o mala gestione dei fondi pubblici elettorali coinvolge larga parte dell’attuale sistema politico e costituisce l’emergenza che mette in pericolo la democrazia e l’economia.

E’ ora di risolvere il tema drammatico e devastante dell’assenza di controlli effettivi sui costi della politica e sul funzionamento della democrazia, per l’irresponsabilità che essa ha generato in classi politiche che ne hanno infatti profittato a man bassa.

Basta con il prevalere dei furbi che, con la scusa della politica, si sono impadroniti di lucrose e parassitarie rendite di posizione automatica, per sé e spesso anche per i propri famigli, prestanome e amici, spesso anche nominati parlamentari, yes man di turno che nulla mai hanno detto sulla gestione dei fondi.

I patrimoni di provenienza pubblica dei gruppi politici sono nati per promuovere e incentivare la partecipazione alla dialettica democratica, e tali devono restare!

E’ venuto il momento di prendere coscienza del problema, svelando trucchi e metodi di classi politiche impresentabili, vere e proprie idrovore di centinaia di milioni di euro di fondi pubblici lucrati in questi anni senza beneficio alcuno per la collettività e per la democrazia italiana che si sono infatti largamente impoverite.

I politicanti che in questi anni hanno commesso o agevolato la mala gestione dei fondi pubblici elettorali sono pericolosi per il Paese e impresentabili a livello internazionale.

Sono ladri di democrazia.

Fino a quando costoro sfrutteranno indisturbati le proprie rendite di posizione parassitaria la democrazia italiana sarà condannata gioco forza a restare border line a livello internazionale!

Noi riteniamo, con la Carta costituzionale, che esista uno stretto collegamento tra la questione della trasparente gestione dei fondi e delle risorse dei partiti e la selezione delle classi politiche all’interno dei partiti, ad ogni livello.

L’oscura e spesso criminosa gestione dei fondi pubblici elettorali è tra le principali cause del familismo politico e delle cooptazioni pure e semplici, assai diffuse in questi anni, che sono il cancro da estirpare dalla politica attuale.  

La scorretta e illegittima gestione dei fondi pubblici ai partiti costituisce perciò la più grave delle forme di degenerazione in danno della fiducia degli elettori e degli associati ai partiti.

E’ venuto il momento che gli iscritti ai partiti abbiano piena voce in capitolo.

E’ venuto il momento di pretendere organizzazioni democratiche all’interno dei partiti così come previsto dall’art. 49 della Costituzione della Repubblica e da tutti i principi internazionali.

I politici che siano venuti meno anche solo ai loro doveri di vigilanza e a maggior ragione coloro i quali abbiano realizzato attivamente o favorito tali condotte, devono essere allontanati, per indegnità morale !

Devono essere tenuti a restituire tutte le somme conseguite quale premio alla propria acquiescenza.

I politici che distraggono dagli scopi propri i fondi pubblici elettorali o si arricchiscono tramite essi devono essere dichiarati immediatamente decaduti dalle funzioni elettive e interdetti da tutti gli uffici pubblici.

La malversazione dei fondi pubblici elettorali è tra le più gravi e devastanti forme di corruzione politica poiché attenta e pone in pericolo la democrazia e l’economia insieme, così come è accaduto e sta ancora accadendo in questi anni in Italia!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Pros. >

Democratici Solidali Liberali
Via del Babuino 48, 00187 ROMA
Segr. Tel e Fax 178 226 8571
spacer
(C) 2017 Democratici Solidali e Liberali
Joomla! è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL.

Torna alla Home Page Chi Siamo Torna alla Home Page Statuto Preambolo allo Statuto Aderisci ai Democratici Solidali Liberali Aree di Progetto Forum di discussione Aree Territoriali