Torna alla HOME PAGE
Scrivici
[ Telegrammi ]

"Preambolo" di "Democratici Solidali Liberali" in italiano 
"Preface" of "Democratici Solidali Liberali" in english

 
Menu
Home
Cerca
Tutte le News
FORUM
DSL nel tuo Comune
Sedi territoriali
Dichiarazioni del Presidente
Sostieni i DSL
Contattaci
Articolo 21 - Notizie
Articolo 21 intervista
Francesco Paola
Accessi al sito da dicembre 04

 
 
 
Sostieni i Democratici Solidali Liberali
mercoledì 29 dicembre 2004

SOSTIENI

DEMOCRATICI SOLIDALI LIBERALI

LA POLITICA ITALIANA E' INGESSATA E CHIUSA, IMPEDISCE IL RICAMBIO.

ESTRATTO DALLA INTERVISTA DI ARTICOLO21 A FRANCESCO PAOLA

Certo dovete essere consapevoli delle difficoltà: non basta avere progetti ed idee per avere spazio, purtroppo, in Italia?

Certo che lo siamo: la politica italiana, al pari della società, è ingessata e chiusa a nuovi soggetti.

Per usare termini del Garante della concorrenza anche la politica italiana è caratterizzata dalla esistenza diffusa di rendite di posizione, con elevate "barriere di ingresso" che ostacolano e continuano a ritardare, in modo strutturale, un processo politico aperto, di elevato livello, caratterizzato dalla possibilità per una pluralità di attori di concorrere nella arena politica.

Se appare cruciale che il processo economico non permetta il monopolio delle risorse o l'esclusione di gruppi dall'accesso a queste, o alle posizioni di potere, la stessa cosa deve applicarsi in politica.

Pensi che un ostacolo possa essere dato, ad esempio, dalla attuale legge sul finanziamento pubblico ai partiti?

Penso di sì. Uno dei maggiori paradossi risiede proprio nella attuale legge sul finanziamento pubblico dei partiti. Da una parte tiene in vita in pratica con l'ossigeno, piccoli gruppi a composizione sostanzialmente familista, o sostanzialmente privi di progetto, senza una "mission", ne determina il potere di interdizione o di ricatto politico. Dall'altra è causa diretta del dilatarsi estremo dei costi della politica, ed impedisce ad altri soggetti, dotati di progettualità avanzata, -che, se potessero competere ad armi pari avrebbero più consenso-, anche solo di partecipare alla competizione politica. Un meccanismo che si autoalimenta e determina a propria volta circuiti viziosi.

Perciò è una priorità interrompere questi circuiti viziosi, prima di tutto con una seria legge sul finanziamento pubblico. Ad esempio con la sostituzione con servizi essenziali degli attuali finanziamenti a pioggia, che cristallizzano posizioni già acquisite e in sostanza lo stesso scacchiere politico, impediscono il ricambio, accrescono privilegi; o, ad esempio, con finanziamenti di "scopo", tesi a elevare i tassi di democraticità interna dei gruppi politici, ad avvicinare alla politica, e ad assicurare perciò stesso una selezione qualitativa della classe dirigente.

La situazione attuale rende assai difficile tutto, nondimeno dobbiamo andare avanti.



Conto Corrente della associazione
intestato a:

Democratici Solidali Liberali

CREDEM ROMA AG. 3
ABI 03032
CAB 03203 
c/c 1814-4
causale: erogazione liberale

 

Democratici Solidali Liberali
Via del Babuino 48, 00187 ROMA
Segr. Tel e Fax 178 226 8571
spacer
(C) 2017 Democratici Solidali e Liberali
Joomla! è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL.

Torna alla Home Page Chi Siamo Torna alla Home Page Statuto Preambolo allo Statuto Aderisci ai Democratici Solidali Liberali Aree di Progetto Forum di discussione Aree Territoriali